Uno sguardo puntuale sui trend del cambiamento climatico: l’European Extreme Events Climate Index raccontato da La Repubblica

  1. Home
  2. Area Stampa
  3. Uno sguardo puntuale sui trend del cambiamento climatico: l’European Extreme Events Climate Index raccontato da La Repubblica

Lo “European Extreme Events Climate Index (E3CI)”, finanziato da IFAB, è protagonista di un interessante articolo de La Repubblica, a firma Jaime D’Alessandro e Giacomo Talignani. Il progetto, presentato meno di un anno fa e attivato con successo, permette di compiere un’accurata azione di monitoraggio e analisi sugli eventi atmosferici mondiali, anche a ritroso nel tempo, per valutarne la frequenza, la severità e la probabilità di accadimento future. Il tutto, grazie alle opportunità offerte dai Big Data e dall’Intelligenza Artificiale dei supercalcolatori insediati presso il Tecnopolo di Bologna.

L’articolo di Repubblica si concentra sulle temperature anomale raggiunte in Italia negli ultimi mesi, e sui precedenti storici degli ultimi anni, analizzabili anche a partire dalle informazioni processate e rese disponibili da E3CI: il mese di giugno è stato il più caldo degli ultimi 42 anni, mentre le ondate di calore del 2022 hanno superato per intensità e durata anche il record più recente, registrato nel 2003.

Tra gli interventi citati, oltre a quello di Marco Becca, direttore di IFAB, anche Guido Rianna e Paola Mercoliano del Centro euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC): l’articolo integrale è disponibile a questo link.

Articolo precedente
Intervista a Luciano Floridi: il valore della Data Valley emiliana e l’importanza di spiegare le opportunità per le imprese
Articolo successivo
Nasce il Centro Nazionale di Supercalcolo: il ruolo chiave di IFAB quale ponte tra il Centro e le PMI. Il Presidente IFAB Francesco Ubertini viene nominato Vicepresidente della nuova realtà
Stay updated on the latest IFAB events and projects.Subscribe to our monthly newsletter